Manutenzione caldaia, attenzione alle multe

0
321

Manutenzione caldaia: quante volte ci è capitato di incorrere in guasti dell’impianto di casa nostra?

Tale procedura non solo è obbligatoria per legge (si rischiano sonore sanzioni se non viene fatta) ma è anche e soprattutto un modo per avere una caldaia sempre efficiente, riducendo i rischi che possa andare incontro a guasti.

In particolare nel periodo invernale, infatti, non sarebbe l’ideale trovarsi con un guasto alla caldaia.

Senza dimenticare, inoltre, che un apparecchio efficiente inquina meno e ci fa rispamiare sulla bolletta.

Vediamo quindi in cosa consiste la manuntenzione caldaia.

Codice 410-XINS24FF

Manutenzione caldaia e controllo dei fumi

Oltre alla manutenzione caldaia, obbligatorio è anche il controllo dei fumi, ossia delle emissioni che vengono prodotte dall’impianto.

Tale misura serve a tenere sotto controllo, per quanto possibile, le emissioni nell’atmosfera, con l’obiettivo di ridurre il più possibile l’inquinamento.

Anche in caso di mancato controllo delle emissioni possono scattare pesanti sanzioni.

Come si fa la manutenzione

La prima cosa da sottolineare è che le operazioni da effettuare vanno fatte da un tecnico abilitato secondo la normativa.

Non esiste la manuntezione “fai da te“.

Il tecnico dovrà verificare la piena efficienza dell’impianto, procedendo in particolare alla pulizia del bruciatore e dello scambiatore di regolazione.

Cos’è il bruciatore? – È la parte della caldaia nella quale si avvia la combustione per riscaldare l’acqua. La combustione porta però alla formazione di scorie all’interno del bruciatore. Se il bruciatore non viene pulito, alla lunga possono esserci danni.

Cos’è lo scambiatore di regolazione? – È l’elemento nel quale l’acqua fredda che proviene dalla rete idrica viene riscaldata per essere successivamente immessa nell’impianto di riscaldamento. La costante presenza di acqua può portare alla formazione di calcare, potenzialmente erosivo per lo scambiatore.

Oltre alla pulizia di questi due elementi, il tecnico esegue il controllo della tenuta e dei filtri, il controllo del tiraggio fumi e il controllo della ventilazione dell’ambiente nel quale si trova la caldaia.

Ovviamente il tecnico specializzato dovrà verificare il funzionamento generale della caldaia, prima di rilasciare apposita documentazione di avvenuta manutenzione.

Service man adjusting house heating system

Il controllo dei fumi

Come detto, anche il controllo dei fumi (ossia delle emissioni) è obbligatorio e va fatto da un tecnico specializzato.

Si tratta del controllo di emissioni di ossidi del carbonio nell’atmosfera.

Se non viene fatto, si va incontro a multe salate.

Una volta eseguito il controllo e ottenuto il corretto esito, il tecnico rilascia apposito bollino.

Quando effettuare le operazioni

La periodicità varia a seconda del tipo di impianto e del combustibile utilizzato.

Tali operazioni vanno fatte, a seconda delle variabili in campo, ogni 12 mesi, ogni 2 anni oppure ogni 4 anni.

Possiamo avere queste informazioni rivolgendoci a personale qualificato (magari all’installatore) e tenendo presente la scheda tecnica dell’impianto.

Manutenzione caldaia, i costi

La manutenzione costa mediamente intorno agli 80 euro, mentre per il controllo dei fumi è possibile anche superare i 100 euro.

Ovviamente si tratta di dati indicativi: il suggerimento è di chiedere più preventivi, in maniera da poter fare le dovute considerazioni.

Manutenzione caldaia, le sanzioni

Come detto, le sanzioni sono molto pesanti:

  • da 50 a 200 euro in caso di irregolarità o mancata manuntezione caldaia;
  • 500-600 euro se non si è in regola con il libretto tecnico della caldaia;
  • da 500 a 3.000 euro in caso di mancato controllo dei fumi.

I costi per eventuali spese di verifica sono ovviamente a parte.

Qualche suggerimento

Al di là dell’aspetto legato alle sanzioni, controllare periodicamente la caldaia è utile appunto per evitare guasti e avere, di conseguenza, un impianto sempre efficiente.

Gli esperti raccomandano quindi di effettuare annualmente una pulizia generale della caldaia.

Solitamente, si preferisce eseguire tali operazioni in estate; tuttavia, è possibile farle anche nel corso delle altre stagioni.

Una corretta gestione della caldaia porterà quindi a una maggiore efficienza, a un risparmio in bolletta e, non ultimo, a un minore impatto ambientale.

CERCHI UNA CALDAIA? VISITA IL SITO DIANFLEX

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here