venerdì, Novembre 27, 2020
Home Guide Scarico wc, attento a questi segnali

Scarico wc, attento a questi segnali

Scarico wc, quante volte ci siamo trovati ad avere a che fare con problemi relativi a esso?

Una cassetta wc può andare incontro, con il tempo, a logici problemi legati all’usura delle sue componenti.

Scarico wc, come funziona la cassetta

La cassetta wc serve per raccogliere l’acqua che poi sarà utilizzata per ripulire il closet dallo sporco e dalle impurità.

Per svuotare la cassetta schiacciamo un pulsante (le placche o i pulsanti) che azionano un meccanismo pneumatico o meccanico e la cassetta riversa l’acqua nel vaso per ripulirlo.

A quel punto l’acqua risale nella cassetta tramite la conduttura idrica.

Quando l’acqua ha riempito la cassetta, il galleggiante blocca l’afflusso, per evitare perdite o fuoriuscite di acqua.

Solitamente, per evitare perdite o allagamenti in caso di rottura del galleggiante, gli installatori installano anche un canale di riserva.

La cassetta può essere solitamente esterna, esterna a zaino o a incasso: dipende dalla nostra scelta.

La cassetta esterna permette una più semplice manutenzione.

132-810 Cassetta esterna
132-812 esterna a zaino
132-8447 incasso

Come si installa una cassetta wc? – L’installazione della cassetta va ovviamente effettuata da personale qualificato, a meno di essere molto pratici ed esperti.

Il nostro suggerimento è di rivolgersi a un tecnico qualificato.

La cassetta esterna ha il vantaggio di essere più economica e di richiedere una manutenzione meno impegnativa.

Di contro, serve spazio per poterla installare.

La cassetta a incasso ha il vantaggio di non rubare spazio in quanto va incassata nel muro.

Lo svantaggio è legato a una manutenzione più impegnativa e a un maggiore costo rispetto alla cassetta esterna wc.

Cassetta wc, quali sono i problemi

Scarico wc, vediamo quali possono essere i problemi.

Capita, a volte, di sentire un rumore costante di acqua provenire dalla cassetta.

Molti provano con il fai da te, noi in ogni caso consigliamo di rivolgersi a personale qualificato.

La prima cosa da fare è chiudere l’acqua, attendere che finisca di scorrere e aprire la cassetta, per verificare se il problema è dovuto al galleggiante o alla batteria.

Se nella cassetta abbiamo molta acqua, dobbiamo sostituire il galleggiante.

Se invece abbiamo poca acqua, dobbiamo sostituire la batteria.

A volte, invece di tutto il galleggiante, può essere sufficiente sostituire solamente la guarnizione.

Una volta che abbiamo sostituito il componente usurato, la cassetta funzionerà nuovamente regolarmente.

A volte, invece, capita che sia il tasto che aziona il meccanismo ad andare incontro a usura.

In questo caso, procederemo con la sostituzione del tasto.

Ovviamente, se dobbiamo sostituire il tasto o la placca, dobbiamo scegliere modelli compatibili con la nostra cassetta.

In ogni caso, rivolgiamoci sempre a personale qualificato.

CERCHI UNA CASSETTA WC? CONSULTA IL CATALOGO DIANFLEX

CERCHI UNA PLACCA WC? CONSULTA IL CATALOGO DIANFLEX

CERCHI UN GALLEGGIANTE? CONSULTA IL CATALOGO DIANFLEX

LASCIA UNA RISPOSTA

Inserisci il tuo commento
Cortesemente inserisci il tuo nome qui

PARLA CON NOI

ARTICOLI POPOLARI

Superbonus 110% – Ecco come ottenerlo

Il Superbonus è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per...

Sanificazione condizionatore: ecco perché dovresti pulirlo subito

Sanificazione condizionatore: la sanificazione condizionatore è un procedimento da eseguire periodicamente nel corso dell'anno. A seconda dell'utilizzo dell'impianto, ovviamente...

Stufa a pellet: ecco perché è arrivato il momento di comprarne una

Stufa a pellet: una soluzione pratica per chi non vuole rinunciare al fascino del riscaldamento con fuoco. Non sempre...

Copriwater, come prendere le misure

Il copriwater è uno degli accessori del nostro arredo bagno maggiormente soggetti a usura. A volte - a chi non è capitato,...

COMMENTI RECENTI